Metodo per farsi una nana con 20 euro

4 Lug

Ok, lo ammetto, il titolo del post è leggermente fuorviante. Però richiama l’attenzione, dai 🙂

Abbiamo portato la Nana a Gardaland, è stato il suo regalo di compleanno. Due giorni praticamente interi tra scivoli, giochi, porcate alimentari e tanto tanto caldo.

Premessa: è due anni che la Nana ogni tanto arriva e ci fa “Ha detto papà che mi porta a Gardaland” e noi “uh, che bello, facci sapere quando parti”. Il sarcasmo per fortuna è al di là della comprensione di una piccoletta come lei. Insomma, PV che le promette di portarla a Gardaland, i genitori di PV che le promettono di di portarla a Gardaland, ma a Gardaland questa bimba non c’è mai andata.

Perchè? perchè andare a Gardaland comporta o prendersi un giorno di ferie (scherziamo? PV DEVE LAVORARE, eh!) o sacrificare un weekend alla bimba (e dubito che PV ne abbia voglia, e la di lui compagna meno che lui), quindi a fare i discorsi son buoni tutti, ma questa figliola a Gardaland proprio no.

Quindi la portiamo a Gardaland noi: prendiamo due giorni di ferie, compriamo i biglietti (fatevi un giro sul sito e vedrete che costano cifre STELLARI), mi preparo psicologicamente a otto ore di auto tra andata e ritorno (con annesso gasolio e autostrada), insomma, le facciamo un regalone per il suo settimo compleanno. Un conto a spanne tira giù una cifra nell’ordine dei 250 – 300 euro tra tutto, insomma, un bell’impegno per una famiglia come la nostra.

Cosa fa PV? Le regala 20 euro per comprarcisi qualcosa.

Ovviamente la Nana non ha la percezione di quanto costi viaggiare: per lei è tutto gratis, ma papà le ha dato venti euro di carta! cavoli quanti sono! hai visto che belli? Venti euro per comprarsi le attenzioni della figlia in un giorno in cui non le avresti avute, perchè non te le sei meritate, venti euro e zero secondi del tuo tempo.

Durante la prima giornata la Nana ci ha rotto le balle tutto il giorno con questi 20 euro. “Mamma mi tiri fuori il portafoglio?” – “Mamma, mi fai vedere i miei soldini?” – “mamma, dove li hai messi?” – “mamma, entriamo in quel negozio e guardiamo cosa si può comprare?”. Insomma, l’attrazione non era Gardaland. Erano i venti euro di papà.

Ho fatto esercizio zen per entrambi i giorni per non mettermi a ruggire. Sto seriamente pensando di fare un test psicologico a N2, ma come ha fatto a far riprodurre uno cosi’?

Annunci

17 Risposte to “Metodo per farsi una nana con 20 euro”

  1. liberadidire79 4 luglio 2012 a 14:55 #

    ciao Padre Anomalo….ti avverto che hai una nuova lettrice!…arrivo da frencymammastrega!

    quando Nana sarà più grande capirà se i 20 eurini erano davvero così importanti…

    • padreanomalo 4 luglio 2012 a 16:17 #

      Bentrovata allora nuova lettrice, e salutami Frency che è un po’ che non la vedo da queste parti 🙂

      quando la Nana sarà più grande capirà? forse. Me lo auguro. Se nel frattempo i 20 euro di suo padre non diverranno 200, o 2000, o mille altre cose che noi non potremo o volemo darle per qualsivoglia motivo, ma che lei desidera e si farà dare dalla parte arrendevole della famiglia…

      • liberadidire79 5 luglio 2012 a 08:03 #

        io credo o spero…che l’amore e l’affetto valgano più di soldi o auto o regali…..utopia???forse si…..

        • padreanomalo 6 luglio 2012 a 10:40 #

          Lo credo anche io, altrimenti non sarei qui. Il problema è la percezione che riesci a farne avere ad una bimba di quasi 7 anni: lo capisce che quando le dico di no o la riprendo perchè non si lava i denti è per il suo bene? tanto per fare un esempio, ecco.

  2. Frency 5 luglio 2012 a 14:52 #

    Ecco qui la Frency :)))))))
    In realtà è un po’ che latito inogniddove, complice un viaggio altrettanto lungo (vuoi vedere che ci siamo scambiati? :D) e il fatto che pur’io sono invecchiata (e se la nana è di questi giorni… auguri, anche a voi però! :P)

    In merito alla questione… cosa posso dirti? Noi siamo nella situazione che “abbiamo due stipendi del Nord, siamo ricchissimi e fingiamo di non avere soldi per non darli a loro” O_o
    In questo periodo poi la “nostra” ex si è trovata un’avvocatA di quelle femmi-nazi, che pensa di aver trovato la gallina da spennare, e se ne inventa una nuova ogni giorno…

    Ma il tempo passa, e te lo posso garantire, crescendo CAPISCONO molte cose. Lo vedrai… 😉

    • padreanomalo 6 luglio 2012 a 10:42 #

      Devo dirti la verità: se anche avessi i soldi e due stipendi padani come i vostri, anche io fingerei di non averli per insegnare alla Nana il valore dei soldi 🙂

      mi spiace per la naziavvocata, in bocca al lupo: l’avesse trovata N2 a suo tempo la nostra vita sarebbe ben diversa.

      Dici davvero che capirà?

      • Frency 7 luglio 2012 a 05:20 #

        Bhuahuahaua Peccato che da noi è la “ex”, mica il “nano” a volere i nostri “soldi padani” 😉 Però sicuro nemmeno lei conosce bene il valore dei soldi…

        Non so se sarebbe diversa la vostra vita. Le naziavvocate possono solo contro chi ha una coscienza e lavora pulito (come noi due cojoni).
        E non mi sembra il caso di PV…

        Sì, capirà. Un giorno, però. Non ora.
        Ora a volte penserà (e a volte ti dirà): “Tu non sei il mio vero padre, lo fai perchè mi odi/non mi sopporti”.

        Ma in fondo non è diverso dal pensiero di TUTTI i bambini che pensano di essere stati adottati ad ogni punizione 😉

        Però crescendo inizierà a capire certe dinamiche, anche senza che le vengano dette (il mio StepSon ha iniziato l’estate scorsa -12 anni- a fare domande molto dirette, che dimostravano quanto lui ricordasse e capisse a discapito dei racconti della madre).

        Ognuno, ovviamente, ha i suoi tempi. Ma la nana1 mi sembra già piuttosto sveglia! 😉

        • padreanomalo 9 luglio 2012 a 15:45 #

          Cacchio se è sveglia 🙂 credo anche io che l’armageddon arriverà presto. Se non altro basta che inizi a contare le volte che è venuta in vacanza con noi e quelle che è venuta in vacanza con suo padre…

  3. paluca66 6 luglio 2012 a 20:42 #

    Ciao PA, altro nuovo lettore, provengo da Polpymamma, ho leggiucchiato quà e là e mi piace il tuo modo un pò scanzonato di scrivere cose serissime…

    • padreanomalo 9 luglio 2012 a 15:46 #

      Bentrovato! Un maschietto, cacchio, mi sento meno solo 🙂 a presto allora, ho un paio di bozze pronte 🙂

  4. Paola Urbani 7 luglio 2012 a 09:48 #

    Ciao, sono una nuova lettrice e grafologa. IL tuo blog è davvero simpatico! Io sto scrivendo un libro per Franco Angeli e vorrei raccontare un po’ la tua storia. Ti chiedo quindi non solo il permesso ma anche se mi puoi inviare in allegato la tua scrittura (devo verificare se ‘corrisponde!) Ti farò certo una breve analisi, se vuoi!

    Paola

  5. STREGHETTA1985 9 luglio 2012 a 12:36 #

    CIAO!!! Sono una New entry! arrivo dal blog IL CLUB DELLE MATRIGNE. Ho leggiucchiato un pò e trovo davvero che sei un tipo tosto.. io sono più nella fase della piccola fiammiferaia… ho sempre paura ad impormi troppo con la mia Astrina ( tu sai che intendo figliastra), a volte mi sembra di camminare sulle uova per paura di fare o dire qualche cazz…a
    ti ammiro molto e sono sicura che la tua Astrina capirà che se viene su bene deve solo ringraziare te e la sua mamma..non certo quel papà ( se cosi si può chiamare) che glie la da vinte quando vuole, che la vizia e che non le fa capire il valore dei soldi..

    ciao

    Streghetta

    • padreanomalo 9 luglio 2012 a 15:57 #

      Bentrovata! Logico che nemmeno io sono arrivato battendo i pugni sul petto stile Donkey Kong, ecco. Ho un attimo preso le misure.

      Io spero che la Nana capisca, credimi, è il mio grande interrogativo per il futuro… non sempre un bambino – per quanto lo si possa crescere con amore e impegno – arriva a capire la complessità di un “no” e quanto invece si fa prima a dirgli “si”.

      Speriamo. Sveglia è sveglia, se non fosse anche dannatamente pigra sarei più tranquillo 🙂

  6. Puffola Pigmea 13 luglio 2012 a 11:30 #

    che infinita tristezza 😦

  7. Elena 3 dicembre 2012 a 14:58 #

    Complimenti per il blog e l’ironia con cui riesci a condire le tue storie di scene di vita quotidiana! io da 8 mesi convivo con il mio compagno , padre di una bimba di 8 anni , e …bè mi ritrovo in molte cose che racconti. mia madre me lo ripete in continuazione “non hai scelto una strada facile!!” eh no… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: