Eh ma poverina…

9 Gen

N1 (entrando in un negozio): “Mamma mi dai il mio portafogli?”
N2: “Perchè?”
N1: “Così compro qualcosa coi miei soldi!”
PA: “Piccoletta, non è che siccome hai i soldi da spendere devi comprarti qualcosa. Le cose si comprano quando hai bisogno. Tu di cosa hai bisogno?”
N2: “eh, ma poverina, lei non lo sa!”

N1 (a tavola): SGRUNF, SCRONG, GRUFOL…
PA: “Nana, per favore, puoi non grufolare?”
N2: “eh, ma poverina, non se ne accorge!”

PA: “Allora, N2, se vuoi inviare la domanda per il concorso c’è da…”
N1: “Mamma, ma lo sai che il mio zaino al ritorno era leggero leggero?”
PA: “Nana, abbi pazienza, sto parlando”
N2: “eh, ma poverina, lei vuole comunicare!”

PA: “Nana, cacchio, MUOVITI, è venti minuti che sei a vestirti!”
N2: “eh, ma poverina, non può mica correre al mattino!”
PA: “io invece si, eh? che devo violare ogni limite di velocità per arrivare in orario al lavoro perchè lei se la prende comoda?”

PA: “Nana, le hai imparate le tabelline?”
N1: “si!”
PA: “Studiate bene?”
N1: “benissimo!”
PA: “Sei per quattro?”
N1 (dopo un minuto) “Sedici!”
PA: “Nana, le tabelline non le sai. E’ tutta la mattina che le studi e non le sai”
N2: “eh, ma poverina, non si rende conto di quanto apprende perchè a scuola non la stimolano abbastanza”

PA: “Amore?”
N2: “dimmi!”
PA: “POVERINA STOCAZZO. O è scema, e allora poverina, o non è scema e quindi poverina STOCAZZO”

Poverino ma io.

Annunci

12 Risposte to “Eh ma poverina…”

  1. Valenticchia 9 gennaio 2013 a 12:21 #

    mi fai TAGLIARE dalle risate!!

  2. Nonsense 9 gennaio 2013 a 13:28 #

    sono daccordissimo con te!

  3. grimilde79 9 gennaio 2013 a 13:34 #

    Faccio ammenda… io sono cattivissima, ma se è l’Uomo a sgridarli, anche a me viene spontaneo pensare “poverino!” 😛

    • padreanomalo 10 gennaio 2013 a 10:46 #

      Identico qui. Ogni tanto sua madre le apre dei culi stellari dal niente, davvero. Se le faccio una urlata io, dopo tre volte che dico la medesima cosa, sono malvagio.

  4. annikalorenzi 10 gennaio 2013 a 07:49 #

    eh bè c’hai ragione..nulla da dire…

    sei un pò ipercritico ma quando ce vò ce vò

    • padreanomalo 10 gennaio 2013 a 09:52 #

      più che altro sono stanco.

      Sento la coppia che sta scemando, per lei ho cambiato lavoro, ho messo in vendita la mia casa, non è mai contenta e l’unica cosa che rimedio sono incombenze sulla bimba.

      In cambio non posso neanche mangiare a tavola senza un porcellino grufolante che s’incazza.

      Mettiti un po’ nei miei panni… se non giro i denti ogni tanto mi divorano.

      • liberadidire79 10 gennaio 2013 a 18:33 #

        la coppia sta scemando…ahia…ahia….. 😦

        a me il “poverino” lo dice la nonna….sempre…continuamente…grgrgrggrrggrgr

      • grimilde79 11 gennaio 2013 a 03:37 #

        Ecco, questo mi fa paura.
        Molto.

        Perchè vuol dire che c’è qualcosa che va oltre il “poverino/a” del momento.

        Io proverei a parlarne chiaramente.

  5. padreanomalo 11 gennaio 2013 a 07:55 #

    Grimilde, liberadidire,
    io credo che il “poverina” sia l’effetto di un qualcosa che non va. Stanchezza, stress, tutte le condizioni a contorno che fanno (momentaneamente?) scemare l’amore.

    E quando scema l’amore una madre ritorna ad essere una tigre protettiva nei confronti dei cuccioli, è un istinto primordiale.

    Chiacchierata fatta… vedremo come gira.

  6. Livia 11 gennaio 2013 a 11:33 #

    Leggerti mi aiuta a capire cosa può provare il tizio che frequento, anche se è un po’ diverso da te (sposato con 2 figlie grandine)… lui conosce mio figlio da quand’è nato (ora ha 11 anni) e venendo a casa mia ci ha sempre a che fare. Assiste ai culi stellari che gli faccio io, prova a dargli qualche dritta ma mio figlio non lo vede di buon occhio e si lagna col padre, che a sua volta mi dice di dirgli di non azzardarsi a cercare di usurpargli il posto… però allo stadio domenica scorsa ce l’ha portato il tizio e non lui. Insomma, ognuno di noi come si muove pesta qualche piede 😦
    Credo che la tua compagna sia logorata dalla situazione col padre vero e se la prenda di riflesso con te, comunque trovo sbagliatissimo il contraddirti su ogni cosa davanti alla Nana. Le passa il messaggio che a lei tutto è dovuto e tu non conti una minchia. Passi la stanchezza, passi che a volte è più facile dire sì che no, ma forse è ora di mettere qualche paletto e spendersi di meno. Al mio tizio non ho mai chiesto di occuparsi di mio figlio, e allo stadio ce l’ha portato di sua spontanea volontà (non si aspettava neanche che accettasse il suo invito). Inizia a rifiutare educatamente qualche incombenza e rimanda le velleità educative a quando la mamma avrà cambiato atteggiamento.
    Spero comunque che con un po’ di sano dialogo le cose tra voi migliorino e che riusciate ad allontanare lo stress…
    @liberadidire: anche da me il “poverino” lo dice sempre mia madre… la strozzerei!!!

  7. Ktml 11 gennaio 2013 a 17:58 #

    Eh, noi madri alle volte tiriamo su quel muro di protezione, come gatte con i piccoli. Ma tu faglielo presente, sempre, ovviamente non in quei momenti con la bambina presente. Però è giusto far comprendere il tuo punto di vista, sopratutto perché a quanto scrivi lo fai nella maniera giusta con la piccola e motivi sacrosanti. Dai, un momento di stanchezza capita a tutti e credo che ci rifletterà anche la mamma…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: