13 Risposte to “Mi dia anche un etto di fette di culo, per piacere, tagliate sottili.”

  1. ktml 27 gennaio 2013 a 14:57 #

    è un momento difficile, ascolta il tuo cuore e fai ciò che senti sia giusto. è certo che per la piccola sarà difficile. trovatevi tu e N2 da soli in una situazione neutrale, parlate tanto su come muovervi in punta di piedi, perchè una bambina non può passare da un amore all’altro della madre, così, come se fosse un pelusche.
    ti dico solo di ascoltare la parte più vera di te, nei momenti bui viene fuori quel qualcosa che ti aiuta a sopravvivere, a venirne fuori..
    Mi piace quel punto di vista di tuo padre, ma ancora una volta cerco di non giudicare la tua compagna.

  2. paluca66 27 gennaio 2013 a 22:04 #

    D’istinto mi verrebbe da dire che hai ragione, eppure perchè ad andarci di mezzo devono sempre essere i bambini?
    Segui il consiglio di ktml, mi sembra davvero molto equilibrato!

  3. grimilde79 28 gennaio 2013 a 05:24 #

    E’ una situazione delicata. Però condivido quello che ha scelto un mio collega nella stessa situazione: si tagliano i ponti. Perchè fa soffrire da matti, ma questa piccolina ha già il distacco dei genitori da vivere, ci manca solo il distacco da te…
    E poi, appunto, tu hai bisogno di ricucire te stesso. Di riassestarti. Non credo che queste “visite” potrebbero essere utili a nessuno, se non a N2 che -ancora una volta- può provare a mondarsi la coscienza.

  4. 82sophie 28 gennaio 2013 a 08:56 #

    è difficile non mettere al primo posto le esigenze della persona più debole in questa situazione, cioè la bambina… ma ha un padre ed una madre e devono essere loro ad aiutarla ad affrontare questo distacco. Tu pensa a te stesso, a rimetterti in piedi, mangia e prenditi cura di te!

  5. Livia 28 gennaio 2013 a 09:10 #

    Passarci del tempo insieme in che senso? Continuare a smazzarsela perché la madre continui a curare i propri molteplici interessi? Non contribuirebbe a ridurre la sofferenza di entrambi voi, e l’entrare in una casa sapendo che non è più tua e devi uscirne di lì a poco è orribile. La Nana ormai è perduta, ma spero che un giorno la ritroverai – sempre che tu voglia averne – in un bimbo/a tutto tuo da amare senza limiti.
    Ora come stai? Ripreso a mangiare?

  6. liberadidire79 28 gennaio 2013 a 09:43 #

    mi accodo a grimilde e alle altre….
    taglio netto…..sarà doloroso e tanto..per te e per la Nana…che imparerà a convivere con questo dolore….e anche tu imparerai un pò per volta.

    come stai oggi?

  7. sarablogga 28 gennaio 2013 a 10:48 #

    Anch’io tutto sommato credo sia meglio così, ognuno per la sua strada. La Nana soffrirà come capita sempre ai bambini che capitano in mezzo a queste situazioni e che non hanno potere decisionale nè di dire la loro. Ma probabilmente soffrirebbe anche se tu continuassi a vederla mentre c’è un altro uomo oltre te e suo padre che si è inserito nella sua vita. Il tuo obiettivo non era quello di farle da babysitter, ma di crescerla in una famiglia. È tutto così complicato in queste situazioni e sembra che non ci sia MAI la cosa giusta da fare… Si cerca di prendere la strada che sembra “la meno peggio”.
    Femme ha detto Ktml, segui il tuo cuore.

    • sarablogga 28 gennaio 2013 a 10:48 #

      Femme=come…..

  8. Monica 28 gennaio 2013 a 11:49 #

    Come dicono gli altri credo sia meglio un taglio netto. Se la Nana fosse stata più grande ti avrei detto di chiedere a lei se vuole continuare a vederti, ma mi sembra che sia troppo piccola per capire fino in fondo la complessità della situazione, meglio un taglio netto.
    Dico così perché ho vissuto da poco una situazione simile, e vorrei mantenere i contatti con il mio “ex patrigno” (25 anni non sono pochi!), ma sembra che lui non voglia, o forse non osa… Ma io ho più di 30 anni e posso gestire la situazione, a 6 anni è decisamente un’altra storia.
    Comunque tu devi prenderti cura di te, anche se ora non ne vedi il motivo, non mollare, c’è la farai!
    Un abbraccio virtuale

  9. boh 28 gennaio 2013 a 17:55 #

    Tira tu le somme. Mi pare che la tua compagna abbia responsabilità enormi e non se le voglia assumere, soprattutto nei confronti della figlia. Taglia, taglia, taglia. Se rimanessi in quel limbo ne soffrirebbe soprattutto la bambina, che non ha gli strumenti per capire la situazione. Io spero di aver capito male: sei stato lasciato perché c’è un altro uomo di mezzo? Non ci posso credere, se è così è terribile. E soprattutto, se è così, meglio starsene lontani dei chilometri.

  10. neuromantica 28 gennaio 2013 a 23:54 #

    Un’opinione non so dartela molto, io di primo acchito avrei pensato di chiamare al telefono ogni tanto per parlare (solo) con la nana, perché non ti veda sparire di colpo senza quasi salutare..ma mi ha stupito vedere tutti concordi col taglio netto, per cui non saprei. Alla fine scrivo per invitarti, come ti ha già chiesto qualcun altro, a dirci oggi come stai tu:(..

  11. Ste 29 gennaio 2013 a 16:41 #

    E se fosse solo stanchezza? Sai la famiglia, i bimbi spesso ci stritolano. E se lei si fosse solo persa un attimo?

    • padreanomalo 29 gennaio 2013 a 17:40 #

      Hai idea di quanto abbia distrutto “perdendosi un attimo”?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: